Come conservarlo

La qualità prima di tutto

Il cioccolato è un prodotto che si presta a mille usi e sono davvero tante le sperimentazioni che possono essere provate in cucina. Sceglierlo di ottima qualità è sicuramente la prima regola mentre il modo migliore di conservarlo è lasciarlo nella confezione originale oppure avvolgerlo nella carta alluminio.

Come a fine Ottocento i prodotti Gay Odin vengono ancora presentati al cliente in sacchettini e senza la carta stagnola, confezione ideale per una corretta conservazione del cioccolato.

La temperatura ideale

L'ideale è conservarlo in un luogo fresco e asciutto, intorno ai 18-20 gradi. L'errore che fanno tutti è quello di riporlo in frigorifero, sopratutto d'estate, sperando in una migliore conservazione. In realtà questo è un grave errore perché in questo modo l'umidità che si crea nel prodotto non fa altro che ridurne la durata..

Cos'è la fioritura del cioccolato?

Se non si rispettano le regole di conservazione, il cioccolato può “fiorire”: si crea una patina bianca a causa del burro di cacao che compare in superficie. Questo avviene soprattutto se il cioccolato viene conservato in frigo ma si tratta solo di un problema estetico, perché il sapore resta lo stesso e può essere tranquillamente consumato.

Pagina Precedente

La scuola partenopea

Esperienza e passione per offrire ad ogni assaggio un’emozione unica.

La produzione artigianale

Tutte le fasi della lavorazione artigianale, dalla tostatura al confezionamento.

Proprietà del Cioccolato

La natura terapeutica e benefica dell’alimento definito per eccellenza il cibo degli Dei.

Punti Vendita GayOdin

Trova il punto vendita più vicino a te.