Spedizione garantita entro natale per ordini effettuati entro 19 Dicembre

Giovedì, 18 Maggio 2017 7:00


Ad ogni gelato, il suo vino

I migliori abbinamenti di gusto

Per gli amanti del vino e del gelato, l’estate offre la possibilità di scoprire nuove ed entusiasmanti combinazioni di gusto. Moscato e Passito con cioccolato e fragole; Vin Santo con il variegato al caffè, con nocciola, noce e pistacchio; Tokaji con zabaione e mandorle; Chianti classico riserva con

gelato al cioccolato. L’accostamento però, non è così semplice ed immediato, ma si tratta di una scelta delicata, che richiede attenzione e competenza.

Tre sono le regole d’oro da tenere presenti per degustare al meglio vino e gelato: temperatura, il principio della concordanza e l’ordine di degustazione.
Il gelato migliore per gli abbinamenti è quello ideale da gustare a temperature tra i 12 e i 15 gradi senza il rischio di ritrovarsi con le papille gustative anestetizzate e di compromettere così l’assaggio. Il vino, invece, deve essere servito ad una temperatura leggermente più alta (un paio di gradi in più) di quella che gli sarebbe ottimale. Il vino giusto deve essere dolce e non troppo alcolico per non annullare il gusto del gelato e deve essere scelto tenendo conto delle principali caratteristiche gustative del gelato stesso, come

l'aromaticità e la grassezza.

Un dettaglio fondamentale, infine, è l’ordine di degustazione: il vino deve essere sorseggiato prima di gustare il gelato e mai viceversa.

Gallery Dell'Evento